Marco Bozzini nasce a Milano nel 1949; vive e lavora a Lacchiarella (MI).

Da disegnatore cartografo mentre lavora al Touring Club Italiano, segue i corsi di pittura alla Mauri di Milano e si iscrive alla Scuola Superiore d’Arte del Castello. Successivamente si dedica all’ approfondimento dell’immagine con studi di semiologia all’ Umanitaria.

La sua prima personale è stata nel 1991 alla galleria "Uno Spazio" di Pavia.

Nel corso della sua attività artistica ha partecipato a importanti rassegne e ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti. E' Presidente e socio fondatore dell'Associazione Culturale Graffiti di Lacchiarella.

Bozzini è uno dei pochi pittori ad aver affrontato contemporaneamente sia la figurazione che l'astrazione.

Il nudo femminile e i fiori (simboli di sensualità e bellezza, ma anche metafore di vita e della sua brevita') sono i temi figurativi prediletti del suo lavoro, elaborati secondo un'idea compositiva moderna, giocata sul filo dell'emozione e della ricerca sperimentale.

Della sua pittura hanno scritto periodici e quotidiani a diffusione nazionale.

Marco Bozzini was born in Milan in 1949.


While he was working at Touring Club Italiano as a cartography draughts-man, he attended Mauri’s school and Castello high scool of art of Milan classes. Then he worked on depth study of image and semiologic subject in Umanitaria Institute.

In 1991 he made debut in his one-man exhibition at the ''galleria Uno Spazio'' in Pavia.

His art and paintings, rich in enchanted atmospheres and figurative perceptions convey the perfect harmony within Nature.

Bozzini is one of the few painters who painted both the figurative art and the adstract art.

The female nude and flowers, universals synonyms of Beauty and duality of life, the are most recurring topic in his work.

Marco Bozzini took part in outstanding exhibitions receiving awards and acknowledgments.

Critics defined his painting ' a dance of streaming nature, a sort of suspended, allusive, fecund and ineffable poetry collections.